Il progetto

Scheda di presentazione del progetto

Il rosa e il grigio è un progetto ideato dalla società cooperativa S.&T. di Torino e finanziato dal Dipartimento Politiche per la Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito delle iniziative di promozione dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra generazioni (anno 2012). L’obiettivo è di aumentare la presenza femminile nei CdA pubblici e privati, partendo dal dialogo intergenerazionale tra giovani donne e manager under/over 50.

Più di 30 manager dell’universo imprenditoriale, scientifico ed istituzionale hanno accettato di esserne testimonial, mettendo la propria esperienza a disposizione di giovani donne tra i 25 e i 40 anni con un curriculum in regola per intraprendere una carriera al vertice e all’interno di CdA. L’idea guida del progetto è stata quella di attivare una “rete di apprendimento” fondata sullo scambio tra generazioni, valorizzando le qualità femminili di comando che possono integrarsi a quelle maschili.

Una prima fase del progetto è partita nel 2014 con un ciclo di interviste a donne membri di CdA e che ricoprono ruoli di vertice. La seconda fase, proseguita per tutto il 2015, si è rivolta alle giovani, con una intensa attività di formazione che ha avuto il suo fulcro in una “summer school” di quattro giorni al Castello di Pavone Canavese con un gruppo selezionato di 27 giovani donne, per proseguire con convegni di sensibilizzazione rivolti a studentesse e studenti universitari e delle scuole secondarie superiori. Il progetto si è concluso nel 2016 con uno steering committee e un meeting di discussione a Torino nel mese di gennaio e un evento a Roma nel mese di febbraio in cui sono stati presentati e discussi i risultati del progetto.

Il progetto ha inteso costruire un “modello” coerente con gli obiettivi di parità da applicare alla definizione dei CdA e alle politiche aziendali, in particolare raccogliendo una serie di “indicatori di qualità” specifici per le donne, ricavati dall’esperienza delle senior e proposti alle junior per arricchire le loro competenze.

L’impegno è, ora, quello di dare continuità al progetto e alla “comunità” da esso attivata grazie allo scambio tra generazioni senior e junior. Un filo diretto tra passato, presente e futuro.

Incontri di coinvolgimento e motivazione

La formazione stanziale 

Eventi conclusivi